Come annunciato da Mr Politi alcuni giorni fa, è ora attiva la procedura AML, cioè Anti-Money-Laundering. Si tratta di una procedura anti-riciclaggio. Attenzione perché su molti gruppi ho letto davvero tante inesattezze su questo termine. Il riciclaggio si configura quando si possiede denaro di provenienza illecita, e si tenta di “pulirlo” (launder significa proprio “lavare”) con alcuni precisi investimenti, di modo che nessuno possa poi risalire alla reale provenienza di esso.

Dall’art. 648- bis del Codice penale possiamo estrapolare una definizione di riciclaggio:

Commette il delitto di riciclaggio chiunque, fuori dei casi di concorso nel reato, sostituisce o trasferisce denaro, beni o altre utilità provenienti da delitto non colposo, ovvero compie in relazione ad essi altre operazioni, in modo da ostacolare l’identificazione della loro provenienza delittuosa

Quindi, per meglio chiarire: se tu investi il denaro proveniente dallo stipendio che ti sei guadagnato col sudore della fronte ogni giorno, e decidi di spenderlo su SxC, nelle offerte turbo o anche nelle MasterCard, non si tratta di riciclaggio!

La Procedura AML viene eseguita da un Partner di SXC autorizzato da Banca d’Italia. Questo migliorerà molto la sicurezza di tutti gli utenti di SixthContinent.

Perché fare l’AML? E’ obbligatorio?

Non è obbligatorio se non superi i 5mila euro di acquisti mensili a partire da gennaio. Ma fare subito la procedura è consigliato perché, in caso di blocco di Diana, ci sarà un controllo automatico, senza dover passare per il classico supporto e senza dover attendere molti giorni per il controllo manuale. Inoltre, dopo aver completato l’AML potrai acquistare tramite crediti le MasterCard digitali su SixthContinent.

Ulteriore aggiornamento: quando arriveranno le Mastercard su idea shopping, potrete acquistarle solo se avrete completato la procedura AML su SixthContinent!

Quindi, completate la procedura il prima possibile se volete acquistare non solo le Mastercard su SixthContinent, ma anche le Mastercard su idea shopping.

Alcuni utenti si chiedono se è necessario fare la procedura anche se in passato si è stati bloccati da Diana e quindi i documenti sono già stati mandati. Sì, la procedura è da rifare, perché per il blocco di Diana i documenti vengono controllati e poi distrutti per la legge sulla privacy.

Come procedere per l’AML

Prima di tutto effettua il log in e clicca sul tuo profilo (da pc clicca la sezione “social”). Poi, dalla lista sulla sinistra (da smartphone la trovi aprendo le tre righette sulla sinistra) seleziona “il mio account”.

Scorrendo, troverai la sezione DI.A.NA e il bottone arancione per entrare nella sezione e modificare il tuo account:

Seleziona poi “sicurezza” e compila il modulo con i dati richiesti.

Nel modulo dovrai inserire i tuoi dati veritieri e corretti, che rimarranno nel database di SixthContinent.

Al termine di questa procedura, ti verrà inviato un sms con un link da cliccare per confermare i tuoi dati e caricare alcuni documenti. Mi raccomando: prepara tutti i documenti in anticipo, perché

  1. se lascerai passare troppo tempo, la procedura si interromperà. Sicuramente potrai provare in seguito, ma al momento non ho indicazioni precise su quando.
  2. i documenti fatto fotografati sul momento, dalla fotocamera del cellulare. Non potrai inserire file ma solo scattare foto in tempo reale ai documenti (in caso di fogli, vanno quindi stampati per poi essere fotografati).

Dovrai inserire, live, tramite la fotocamera:

  • 1 documento a scelta tra: carta d’identità, patente o passaporto
  • il tuo codice fiscale
  • una bolletta /una lettera della banca a te intestata o il certificato di residenza, insomma qualcosa che attesti la tua residenza non più vecchio di 3 mesi. Non si capisce se la tessera elettorale sia valida, in quanto a qualcuno viene detto di sì e a qualcuno di no; potete nel caso provare. Non è valida l’autocertificazione. Ricordati che la foto è live quindi questo documento va stampato e fotografato, non puoi caricarlo!
  • un selfie con il tuo documento in mano

Se tutto è corretto, una volta che la tua domanda sarà verificata, riceverai una mail per dirti che l’operazione è andata a buon fine.

Se la procedura si interrompe, o qualcosa va storto, puoi scrivere alla pagina Facebook di Mistral Pay. Sono davvero molto cortesi e aiutano in pochi minuti chiunque si trovi in difficoltà con il completamento.

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: