Avevamo parlato pochi mesi fa degli aumenti delle bollette dei gestori di telefonia mobile, in concomitanza con il ritorno alla fatturazione mensile invece che ogni 4 settimane. Nella riunione di ieri, 21 marzo, L’Agcom (l’Autorità garante della concorrenza e del mercato) ha ordinato alle compagnie Tim, Vodafone, Fastweb e Wind Tre di sospendere il rincaro delle bollette telefoniche.

La sospensione cautelare è stata decisa per accertare la sussistenza di quella che a molti è sembrata più che una casualità: le compagnie di telefonia mobile si sarebbero messe d’accordo per coordinare una strategia commerciale. In effetti, la decisione degli stessi identici aumenti (l’8,6%) sono stati annunciati più o meno tutti nello stesso periodo. In poche parole, si contesta la volontà di essersi messe tutte d’accordo per aumentare le tariffe in maniera del tutto identica, così da non creare concorrenza tra loro.

Proprio per salvaguardare la concorrenza, nonché i consumatori, l’Agcom ha intimato una sospensione cautelare dei rialzi, e ha ordinato a tutte le aziende coinvolte di definire una «propria offerta in modo autonomo rispetto ai propri concorrenti».

Insomma, per il momento niente rincari. Vedremo ora cosa si inventeranno le compagnie!

Write A Comment

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: